Cattive abitudini

Sai quanto inquina un mozzicone di sigaretta?

Una velenosa abitudine per l’essere umano che causa un’abitudine anche peggiore.
Gettare il mozzicone della sigaretta per terra è un’abitudine che impatta su tutto il pianeta.

Dei circa 1,5 miliardi di fumatori che abitano il pianeta, solo pochissimi si curano di usare un cestino o un posaceneri per i mozziconi.
Ogni ann, solo in Italia,  vengono dispersi nell’ambiente 72 miliardi di cicche che equivalgono a 200 milioni di mozziconi al giorno.
Parliamo del rifiuto prodotto dall’uomo che impatta maggiormente sul pianeta

Ma cosa contiene un mozzicone?

Accendere una sigaretta equivale ad attivare più di 4000 sostanze chimiche tossiche per il corpo umano. Una parte considerevole di queste sostanze continua ad esistere nel filtro: nicotina, benzene, ammoniaca e composti radioattivi.
Il filtro é composto di acetato di cellulosa, una materia plastica che impiega dai 10 anni in su per decomporsi.

Inoltre il mozzicone è una vera trappola per la fauna selvatica e marina. Uccelli e pesci, infatti, lo scambiano addirittura per cibo, ingerendolo. Oltre un chiaro danno gli animali, diventa anche un danno per noi stessi che portiamo sulle nostre tavole animali che hanno ingerito elementi tossici.

Cosa puoi fare ogni giorno?

Il primo passo è capire che ogni singola azione, per quanto piccola possa sembrare, conta.
Conta perché siamo parte di un sistema, e ogni sistema che si rispetti è la somma delle componenti e delle interazioni che esso genera.
Inizia ad usare un porta-mozziconi portatile, così da utilizzarlo quando siamo in giro, in spiaggia, al parco, insomma ovunque non ci sia disponibilità di usare un cestino.

E se non sono un fumatore?
Intanto bravo :-).

Ma anche in questo caso puoi prendere consapevolezza del tuo coinvolgimento. Anche se non sei direttamente la causa del problema puoi sempre fare qualcosa per arginarlo. Prova a regalare al tuo amico, che proprio non riesce a smettere, un porta mozzicone portatile.

Parti da questo, anche se ti sembra una goccia nell’oceano o un’azione inutile.
E ricorda che anche un piccola azione moltiplicata in modo esponenziale per gli abitanti del pianeta, in un tempo medio-lungo, può davvero cambiare il mondo.

Del resto tutti i grandi viaggi iniziano sempre con un primo passo.

Post by mario tartaglia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *